• cdrquartodipalo@trinitari.it
  • +39 0883 542811

La giornata del malato. Tutti insieme in preghiera

| Venerdì, 25 Marzo 2016 |
Scritto da 

La giornata del malato. Tutti insieme in preghiera

Vota questo articolo
(0 Voti)

Trinità e liberazione parla di noi... 

fa55c8bad0e242eb7986dc1135b50adb L

Giovedì 11 febbraio 2016, in occasione della Giornata Mondiale del Mala­to, istituita nel 1992 da Papa Giovan­ni Paolo II, che scelse come data per questa ricorrenza il giorno dedicato alla Beata Vergine Maria di Lourdes, è stata celebrata, presso la cappella “Santa Gemma Galgani” del Centro di Riabilitazione “A. Quarto di Palo” dei Padri Trinitari di Andria, una San­ta Messa, presieduta dal Rettore Padre Nicola Rocca e concelebrata da Padre Pasquale Pizzuti e da Padre Antonio Phong.

La celebrazione eucaristica ha visto la partecipazione intensa e sentita de­gli operatori del Centro, dei ragazzi e dei loro familiari. Un momento di pre­ghiera, di riflessione e di invito a vi­vere con fede la malattia, richiamando gli operatori sanitari e i familiari dei malati a dedicarsi con pienezza al ser­vizio dell’assistenza. Il servizio in fa­vore dei più bisognosi, talvolta, “può risultare faticoso, pesante, ma siamo certi che il Signore non mancherà di trasformare il nostro sforzo umano in qualcosa di divino. Anche noi pos­siamo essere mani, braccia, cuori che aiutano Dio a compiere i suoi prodigi, spesso nascosti”, - ha affermato Papa Francesco nel messaggio diffuso in occasione del Giornata Mondiale del Malato 2016 - augurando a tutti co­loro che sono al servizio dei malati e dei sofferenti, di essere animati dallo spirito di Maria, affidandosi comple­tamente, come Lei, alla misericordia del Maestro.

Durante la celebrazione è stata benedetta una statua della Beata Ver­gine Maria di Lourdes, in memoria di una operatrice in pensione del Centro, Grazia Pellecchia, venuta a mancare nel mese di dicembre scorso, che ha dedicato tutta la sua vita a servizio dei ragazzi dell’Istituto, con lo stesso amore tenero che solo una madre sa donare.

“Questa statua - ha affermato Pa­dre Nicola Rocca nel corso dell’ome­lia - verrà collocata all’interno del se­minternato, perché ogni operatore ed ogni ragazzo, rivolgendo il proprio sguardo a Maria, possa affidarsi a Lei ed al suo amore materno e concreto”. La celebrazione si è conclusa con la commozione di tutti i presenti, che innalzando verso il cielo un lumino alle note dell’Ave Maria di Lourdes e nel mentre la Vergine Maria veniva trasportata in processione a spalle di quattro operatori, hanno presentano a Lei le proprie gioie, i propri dolori e soprattutto le proprie speranze. Da questo importante momento di pre­ghiera e di raccoglimento, l’impegno a festeggiare ogni anno la Giornata Mondiale del Malato.

di Maximilian Bevilacqua

Letto 75 volte
Creartlab

Big fan of open source and ubuntu

Sito web: joomlabuff.com/
All for Joomla All for Webmasters